SEZIONI NOTIZIE

È un Ronaldo irriconoscibile: voleva firmare la vittoria ma in campo è un fantasma

di Redazione Eurochampions
Vedi letture
Foto

Undici metri. È la distanza tra il dischetto e la porta, il margine tra l’essere protagonista della vittoria o immagine della sconfitta. Sono quelli che Cristiano Ronaldo non ha potuto percorrere, ieri sera nella finale tra Napoli e Juventus. Per essere l’uomo dell’ultimo rigore. Quello decisivo, se ci si arriva. Come nel 2012, all’Olimpico gli è andata male. A differenza del 2016, quando si prese la copertina della finale di Champions League. 

Voleva firmare la vittoria. CR7 è così, inutile nascondersi. Tutto o niente. Di solito tutto, va detta la verità: non sarà una finale di Coppa Italia (la seconda persa in carriera, però) a cambiare il palmarès di uno dei calciatori più straordinari di tutti i tempi. Il lusitano cinque volte Pallone d’Oro è il catalizzatore, delle attenzioni, del gioco, dei gol: la Juve lo ha accettato, anche ben volentieri, nel momento in cui ha scelto di puntare sul 7 del Real Madrid e farne il colpo del secolo, almeno in Italia. Contro gli azzurri, voleva essere lui, ancora una volta, a mettere il sigillo finale. A fare del trofeo la coppa di Ronaldo, prima ancora che della Juventus.

Invece scompare nella sconfitta. A conti fatti, però, Cristiano Ronaldo non c’è. Assente nella breve e sfortunata (per i bianconeri, ovvio) lotteria dei rigori. Perché l’ultimo è decisivo, a patto di batterlo. Questione annosa, il dibattito è ampio e variegato, dai campetti di calcetto alle finali dei mondiali: nel 2006, Lippi mandò per primi i più bravi, per esempio. Ultimo rigore o no, il punto è che comunque CR7 vi si sarebbe avvicinato dopo una partita in cui è stato attore non protagonista e non certo dei migliori: ha tirato sì, ma quasi mai rendendosi pericoloso. Ha toccato 48 palloni: tra i titolari, soltanto Buffon e Matuidi hanno “giocato” meno nelle fila della Vecchia Signora. Per i verdetti è presto: siamo solo alla seconda partita del calcio Covid. Ma non sempre si è decisivi tirando la stoccata finale.

Altre notizie
Venerdì 26 giugno 2020
00:28 Primo Piano Lampard consegna il titolo al Liverpool. Reds campioni d'Inghilterra dopo 30 anni
Giovedì 25 giugno 2020
10:03 Liga L'arma in più che non ti aspetti: Marcos Llorente, un nuovo attaccante per il Cholo 10:00 Liga Liga, Real Madrid-Maiorca 2-0: Vinicius e Ramos riportano in testa i blancos 09:58 Serie A Atalanta, chiuso il cerchio con la Lazio: quinta vittoria in remuntada per i nerazzurri 09:57 Calciomercato Sono le ore decisive per l'affare tra Arthur e la Juventus: maxi plusvalenza per i due club 09:55 Premier League Liverpool-Crystal Palace 4-0, i reds possono diventare campioni domani senza giocare
Martedì 23 giugno 2020
00:38 Premier League Liverpool verso la 19a Premier League della sua storia. Reds campioni se... 00:03 Storia Zinedine Zidane, dai successi in campo alla storia sulla panchina del Real
Lunedì 22 giugno 2020
23:59 Serie A La Juve c’è: 2-0 al Bologna, firmato CR7-Dybala. Sarri ritrova la vittoria e lancia la volata 23:58 Premier League Premier League, manita del Manchester City: è 5-0 contro il Burnley 21:19 Primo Piano Champions a rischio? Chiusa la regione di Lisbona per focolaio Covid. A rischio la Final Eight
Domenica 21 giugno 2020
23:34 Champions League Champions, la Final Eight non piace a Gasperini: "Volevo portare in giro tanti bergamaschi" 23:33 Liga Real Madrid, Zidane riesuma James: è tornato titolare 136 giorni giorni dopo 23:30 Serie A Serie A, l'Atalanta riprende da dove aveva lasciato: show nerazzurro, col Sassuolo termina 4-1 23:30 Premier League Premier League, il Liverpool riprende con un 0-0: senza gol il derby con l'Everton
Sabato 20 giugno 2020
17:03 Calciomercato Chelsea, la lista dei sacrificabili per arrivare ad Havertz: ci sono Marcos Alonso e Kanté 16:59 News Addio Mario Corso, un uomo vero 16:57 Champions League PSG, Neymar punta forte sulla Champions: "Occasione storica, vogliamo vincerla"
Venerdì 19 giugno 2020
11:53 News Come sapere se un sito di scommesse online è sicuro 01:29 Liga Asensio, ritorno in grande stile: gol al primo pallone toccato. Non giocava da 13 mesi