SEZIONI NOTIZIE

Il Lilla in Champions non riesce più a vincere

di Davide Marchiol
Vedi letture
Foto

20 novembre 2012. Bisogna andare ben 7 anni indietro per trovare l'ultimo successo del Lilla nella UEFA Champions League. Quella volta a cadere fu il BATE Borisov, in Bielorussia tra l'altro. Si va addirittura ad 11 anni fa per trovare un successo dei Mastini in casa propria, nello specifico il 17 ottobre 2006 i francesi si imposero per 3-1 sull'AEK Atene. Praticamente un'epoca fa. La nuova era, che ha riportato la città del nord della Francia ad assaggiare il grande palcoscenico europeo, non è che si sia aperta con i migliori auspici. Sono arrivate infatti le sconfitte con Ajax e Chelsea e ieri, proprio in casa, con il Valencia c'era la grande possibilità di tenere comunque aperti i giochi qualificazione, visto il successo dei Blues in terra olandese.

La pratica Valencia invece si è risolta con un misero 1-1, per giunta agguantato all'ultimo grazie a Ikonè, che al 95' ha impattato il gol di Cerysev, con gli spagnoli per giunta in dieci uomini negli ultimi dieci minuti. Una grande chance sprecata, ma a questa compagine sembra mancare l'esperienza per incidere nel modo giusto, anche perchè occasioni ce ne sono state eccome, non si può parlare di girone di ferro. Eppure la banda di  Galtier non è riuscita a imporsi in casa proprio contro un Valencia che ha vissuto un avvio di stagione decisamente tribolato, con un cambio di allenatore già ai primi di settembre.

Il talento non manca, ma l'impressione è che gli uomini chiave del Lilla nelle partite pesanti non riescano a incidere. Quando Osimhen, ventenne nigeriano arrivato dallo Charleroi, non è servito adeguatamente nessun'altro è in grado di prendersi la squadra sulle spalle e portare la nave in porto. Sicuramente la cessione di Pepè a livello di gioco sta incidendo e non poco, ma sono comunque arrivati giocatori di talento come appunto il centravanti, Yazici o Bradaric, eppure manca sempre qualcosa per arrivare a bottino pieno. Al Mestalla i Mastini hanno l'ultima chance di tenere aperti i giochi, una sconfitta significherebbe dire addio non solo agli ottavi, ma con tutta probabilità anche al terzo posto, valido per l'Europa League. Un peccato, perchè il Lilla è squadra di talento, ma senza esperienza e cinismo non si va lontani.

Altre notizie
Venerdì 29 Novembre 2019
13:49 Premier League Liverpool, c'è il progetto per ampliare Anfield: arriverà a 61.000 spettatori 13:45 Premier League Emery esonerato, un bilancio molto negativo. Ora tocca a Freddie 12:19 Primo Piano Arsenal, esonerato Emery. Ljungberg allenatore ad interim
Mercoledì 27 Novembre 2019
23:17 Primo Piano Lautaro e Lukaku: l'Inter soffre, poi annienta lo Slavia. A Praga finisce 3-1 22:59 Primo Piano Ad Anfield finisce 1-1: tutto rimandato, ma è la notte che serviva al Napoli 22:51 Champions League Pari fra Valencia e Chelsea. Zenit batte Lione 14:00 Champions League Mercoledì di Champions tra verdetti e possibili sorprese
Martedì 26 Novembre 2019
23:27 Editoriale Paulo Dybala e una serata da Diego 23:23 Champions League Buona la prima in Champions di Mou: 4 gol all'Olympiacos e pass per gli ottavi 23:21 Champions League Un Bayern devastante conquista Belgrado: 6 a 0 alla Stella Rossa 23:18 Champions League Il City non va oltre l'1 a 1 in casa con lo Shakhtar 23:13 Champions League Champions, i risultati della serata: Tottenham, Real e City qualificate 23:02 Primo Piano Un capolavoro di Dybala stende l'Atletico 1-0: Juve show, è 1a nel girone 23:00 Primo Piano Finalmente Atalanta. Muriel e Gomez seppelliscono la Dinamo Zagabria 22:59 Champions League Lewandowski da paura: 4 gol in 13'. Il più rapido di sempre 21:45 Champions League Real agli ottavi di finale prima di giocare. Sono 17 su 17 21:22 Champions League Galatasaray beffato: il Brugge strappa il pari al 92' 21:19 Champions League Colpo Leverkusen a Mosca. Russi fuori da tutto
Mercoledì 6 Novembre 2019
15:04 Primo Piano Champions League, girone D: la Juventus in Russia per la qualificazione, l'Atletico va a Leverkusen
Martedì 5 Novembre 2019
10:00 Champions League Champions League, girone E: Liverpool e Napoli a caccia dei punti qualificazione